Il romanzo d’esordio dello scrittore fiorentino Simone Innocenti, Vani d’ombra, approda in tutte le librerie italiane pubblicato dalla Casa Editrice Voland, nella collana Intrecci (collana che vede, tra i tanti, nomi quali Georges Perec, Julio Cortázar, Emil Cioran, Vanni Santoni). Già cimentatosi nella scrittura di una raccolta di racconti pubblicata da Erudita, Puntazza, Innocenti si occupa in particolare di cronaca nera e giudiziaria, pubblicando vari articoli per le maggiori testate giornalistiche italiane (Il Corriere, La Nazione, L’Espresso, solo per citarne alcune); attualmente lavora al Corriere Fiorentino, dorso regionale del Corriere della Sera. La sua ultima fatica letteraria, Vani d’ombra, è un romanzo potente, penetrante e incisivo; è un racconto che sorprende per l’enfasi narrativa con cui è scritto, dove un inarrestabile flusso di coscienza travolge il lettore in un turbine di pensieri, sentimenti, ossessioni e paranoie. Protagonista della storia è un ragazzino di tredici anni, Michele Maestri, che spinto dalla noia estiva e dalla voglia di cercare nuove avventure, tipica degli adolescenti, comincia a spiare, nascosto tra le fronde di un albero, la colf del notaio del paese. Il giovane ragazzo, col suo potente binocolo, scopre che la donna, spogliandosi della sua divisa da umile domestica e indossando un fiammeggiante e seducente drappo rosso, incontra ogni giorno uomini diversi. Come se davanti avesse una piccante pellicola cinematografica, Michele assiste ad una vera e propria trasformazione: imperterrito e sconvolto continua, senza alcuna preoccupazione, ad osservare gli irresistibili e quantomeno bizzarri incontri che la donna intrattiene con i suoi plurimi amanti. Lo spettacolo viene però interrotto quando la colf scopre che il ragazzo, celato tra le fronde dell’albero di fronte casa, la osserva indaffarata nei suoi piccanti affari. Decisa a punirlo per l’atteggiamento poco rispettoso, Michele viene trascinato per un orecchio e rinchiuso a chiave dentro il suo armadio. Imprigionato in un buio angusto e soffocante, il giovane ragazzo verrà a conoscenza di una verità inconfessabile e sconvolgente, verità che per sempre segnerà e marcherà la sua esistenza. Vani d’ombra, prima ancora di essere un romanzo di formazione, è un libro duro e imperioso, che scava nella psiche del protagonista, che scruta nel profondo le sue ansie, le sue angosce, le sue ossessioni e le sue paranoie. Uno stile, che è come un fiume in piena, trascina il lettore nella mente di Michele: una mente che appare ferita, tormentata, inquieta, che non lascia spazio ad altro se non ad assilli e incubi; è una mente contorta, morbosa, affascinata dalla perversione e dal labirinto dei sentimenti umani. Simone Innocenti firma un romanzo di crescita verso il lato negativo dell’essere un uomo, un uomo che è immerso, per certi versi, in un crogiolo di ansie, ferite mai lenite e ancora aperte e pulsanti, piaghe che trovano cura solo nell’ossessione smaniosa verso delle cose proibite e inconfessabili. Un flusso di coscienza, reso acuto e penetrante dallo stile diretto di Innocenti, inonda letteralmente le pagine di questo libro, fitte di parole e di pensieri che rispecchiano il caos esistenziale della vita del protagonista, nella quale per il lettore sarà un piacere perdersi, naufragando senza via di scampo in questo mare di irrequiete ossessioni.


L’AUTORE

SIMONE INNOCENTI (1974), nato a Montelupo Fiorentino nel 1974, ha scritto la guida letteraria Firenze Mare (Perrone), esordendo con Puntazza (Erudita). Suoi racconti sono apparsi in varie antologie. Si occupa di cronaca nera e giudiziaria e ha scritto per “Il Corriere”, “La Nazione”, “Il Giornale della Toscana”, “Avvenire”, “L’Espresso” e “Sette”. Attualmente lavora al “Corriere Fiorentino”, dorso regionale del “Corriere della Sera”.


SCHEDA DEL LIBRO

Titolo: Vani d’ombra

Autore: Simone Innocenti

Casa Editrice: Voland, collana Intrecci

Prezzo: 15,00 €

Anno di pubblicazione: Maggio 2019


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *